Porsche Mobil 1 Supercup
Dinamic in Spagna con tre punte

Dinamic in Spagna con tre punte

Il team Dinamic Motorsport affila le armi in vista del primo appuntamento della Porsche Mobil 1 Supercup 2017 che parte questo weekend da Barcellona. La squadra di Reggio Emilia dopo il debutto stagionale di Imola nella Carrera Cup Italia, due settimane fa, ritorna in pista nel monomarca internazionale che ha per protagoniste le Porsche 991 GT3 Cup.

Tre le vetture che saranno al via sul circuito catalano con i colori del team guidato da Maurizio Lusuardi. Due di queste per Daniele Di Amato e Mattia Drudi, che proprio a Barcellona nei test ufficiali di un mese fa avevano fatto segnare rispettivamente il primo ed il terzo tempo, con oltre 30 piloti presenti.

L’esito dei test ufficiali di Barcellona ci fa ben sperare per questa prima gara 2017 – ha commentato Di Amato – Sia io che Mattia non avevamo mai guidato a Barcellona, ma nonostante questo abbiamo trovato subito un ottimo feeling con la pista e con la 991 GT3 Cup. Sfrutteremo le prove libere per rifinire il set-up in ottica gara. Poi starà a noi dare il 110% per poter essere davanti a tutti.

I test sono stati sicuramente un buon benchmark per vedere la nostra preparazione rispetto agli avversari e abbiamo dimostrato di avere le carte in regola per essere tra i primi. Il livello del campionato sembra essere molto alto, per cui già da Barcellona sarà una bella sfida e per questo non vedo l’ora di scendere in pista.” – ha aggiunto Drudi.

In Spagna ci sarà al via anche Giovanni Berton, il cui programma prevede la partecipazione con la Dinamic Motorsport (unico team italiano al via della serie) a quattro degli otto appuntamenti del calendario di quest’anno della Porsche Mobil 1 Supercup. Il veneto ha avuto modo di provare per la prima volta la rinnovata vettura “made in Weissach” proprio nei test ufficiali pre-campionato. “Le sensazioni avute nei test di un mese fa sono state molto buone – ha commentato Berton – il team ha portato la vettura ad un livello di performance indubbiamente alto, ma anche la competitività dei nostri avversari non è da meno. Guardo alla gara di Barcellona con moderato ottimismo, l’obbiettivo realistico per me è di stare nei primi 15, che su un plotone di 33 auto non sarebbe male, considerando che non conosco ancora la vettura a fondo”.

Share Button