International GT Open
Di Folco e lo sportello
Photo Credit: Foto Speedy

Di Folco e lo sportello

Ottavo responso assoluto e secondo della PRO-AM con 27 vetture in pista nella prima sessione di qualifica della mattina: questo il primo aspetto positivo della trasferta belga di Spa-Francorchamps, terzo dei sette appuntamenti del GT Open, che ha subito visto Alberto Di Folco tra i protagonisti.

Il pilota romano, in equipaggio con Stefano Costantini sulla Lamborghini Huracán GT3 della Target Racing, ha iniziato facendo subito vedere che il potenziale c’era. Tanto che le sue ambizioni per la prima delle due gare del weekend erano di puntare quanto meno al podio.

Al via Di Folco è scattato bene dalla quarta fila, ma è rimasto coinvolto senza colpe in un contatto iniziale e ha perso due posizioni. Un fuori programma che non gli avrebbe comunque impedito di lasciare la macchina al suo compagno di squadra nel corso dei pit stop mentre era terzo. Invece il romano ha concluso il suo primo “stint” quinto, dopo essere stato centrato da un’altra vettura.

Il risultato è stato lo sportello che nelle soste si è aperto con difficoltà e questo ha comportato una perdita di circa 30 secondi.

“Peccato perché senza questo inconveniente – ha commentato Di Folco – potevamo puntare anche alla vittoria”.

Invece per lui e Costantini alla fine è arrivato un 14° posto ed il quinto di classe. Tutto rimandato quindi a più tardi, con le qualifiche in programma la mattina e Gara 2 (quella della durata di 60 minuti) che scatterà alle 14.30, con il web streaming sul sito gtopen.net, mentre Rai Sport ne manderà una differita alle 15.

Share Button