Campionato Italiano Gran Turismo
Dalle Stelle alla…Toyota

Dalle Stelle alla…Toyota

Di Emanuele Fasano

Il recente annuncio della partecipazione alla prossima stagione del Campionato Italiano Gran Turismo della GR Supra GT4, ha da subito puntato i riflettori sia sulla vettura nipponica, sia sulla realtà che ha deciso di portarla al debutto generata dalla partnership tra Toyota Gazoo Racing Europe GmbH e Duell Team di Alan Gomboso con la collaborazione di MGM Management.

Al volante di una delle due vetture che prenderanno parte alla serie italiana ci sarà Michael Dalle Stelle, che torna ad indossare tuta e casco dopo un lungo digiuno dalle competizioni durato ben otto anni. Proprio nel 2012 il padovano aveva centrato il titolo GTS dell’International GT Open al volante di una Ferrari 458 Italia GT3 del team Kessel Racing e dopo questo importante successo è tornato a gareggiare nel mondo del kart, dove da bambino ha avuto inizio la sua carriera.

A Dalle Stelle abbiamo chiesto di raccontarci cosa lo ha spinto a tornare in pista…

Dopo tanti anni hai deciso di rimetterti in gioco in un contesto prestigioso e competitivo come quello del GT Italiano con una vettura totalmente nuova, da dove è nata questa decisione?

Per una pura casualità ha avuto inizio il tutto. A dicembre mio padre si è ritrovato nell’officina di Alan, che conosco da svariati anni, ma con cui non ero mai riuscito a lavorare. Ci hanno proposto di fare un test con la loro Porsche a Vallelunga e da li è scattata la scintilla. Non nascondo che tornare a girare con un’auto da corsa è stata un’emozione indescrivibile.   

Hai già provato la Supra?

Al momento ancora no, ma ho avuto modo di vederla dal vivo in Germania nella sede della Gazoo Racing durante l’assemblaggio. Entro febbraio dovrebbero consegnarcela in modo da poter iniziare a lavorare e girare.

Dove percorrerete i primi chilometri con la vettura?

Si è parlato di Hockenheim, ma al momento è un aspetto che stiamo ancora definendo.

Quali sono le tue aspettative sulla Toyota?

Penso che sarà subito competitiva. Nel campionato tedesco ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per essere una macchina vincente. Quest’anno disponiamo di un ulteriore sviluppo, puntiamo quindi a portarci a casa il maggior numero di podi possibili.

Come ti stai trovando con il team?

Mi sono sentito subito a casa, perché oltre a trovarci bene sotto la sfera lavorativa, alla base c’è un rapporto di stima e di amicizia. Questo genera il giusto spirito all’interno del box che ci porterà a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati.

Share Button