CIT
Chini sfiora la top 10
Photo Credit: Luca Bottazzi

Chini sfiora la top 10

Weekend in crescendo per Massimiliano Chini che a Misano, in occasione del secondo appuntamento del TCR Italy, ha chiuso al dodicesimo posto sfiorando la top ten.

Al volante della SEAT Leon Cup Racer, il portacolori del team ErmeteNOS Racing ha diviso l’abitacolo con Nello Nataloni ribaltando la difficile situazione delle prove con una gara di spessore.

Stesso risultato conquistato da Nataloni nella combattuta manche del sabato, al termine di una gara che ha visto la Leon del team Ermete lottare ancora una volta ai margini dei primi dieci in classifica.

Dopo la gara test svolta proprio a Misano una settimana prima all’interno del contenitore del Trofeo Super Cup, Massimiliano Chini e la Ermete – NOS Racing sono giunti sul circuito intitolato a Marco Simoncelli carichi di belle speranze. Al termine di una buona prima sessione di prove libere chiusa al decimo posto, un guasto tecnico ha rallentato la Leon del team Ermete nel secondo turno. Con prove libere e qualifiche tutte in programma al venerdi, i tecnici della squadra hanno fatto i miracoli per ripristinare la SEAT che con Nataloni è riuscita a conquistare la settima fila sulla griglia di Gara 1. Nella Q2, però, si è nuovamente ripresentata la noia tecnica che aveva già rallentato la vettura nelle FP2 e così per Chini è arrivato solo il 19esimo tempo finale.

Il gentleman driver romano si è però rifatto in gara grazie ad una strepitosa partenza che l’ha portato, nel giro di pochissime curve, dalla 19esima alla 11esima posizione. Chini ha poi battagliato per tutta la gara ai margini della Top 10 con le Peugeot di Ricci e Arduini, chiudendo in dodicesima posizione sotto la bandiera a scacchi. Nataloni ha invece potuto fruire di una gara più lineare: partito quattordicesimo, Nataloni ha lottato a lungo con Zin e Cappellari per la decima piazza, chiudendo in dodicesima posizione, terzo tra i piloti dotati di cambio DSG.

“Visto come si era messo il weekend, posso dire di essere soddisfatto di quello che abbiamo portato a casa. Avevamo probabilmente il potenziale per stare con i primi 10, che è il nostro obiettivo stagionale, ambizioso per certi versi se pensiamo che la nostra Leon monta un cambio DSG. Purtroppo abbiamo sofferto nella giornata di venerdi una fastidiosa perdita di potenza, che ci ha rovinato le qualifiche e condizionato tutto il weekend ha commentato Massimiliano Chini in gara è andata molto meglio, anche se la vettura non era al 100%. Ho fatto probabilmente una delle partenze più belle della mia vita, ho rimontato 8 posizioni in tre curve! Poi abbiamo gestito tutta la corsa senza spingere troppo per non forzare la meccanica e portare a casa il massimo risultato possibile. 12esimo e terzo tra i piloti dotati di cambio DSG è comunque una buona base da cui partire per preparare il weekend di Monza, tra appena due settimane”.

Il circuito brianzolo ospiterà il 17 e 18 giugno i round 5 e 6 del TCR Italy con il terzo atto della serie tricolore dedicato alle vetture turismo due litri turbo da oltre 350 cv.

Share Button