WEC
Cetilar Villorba al traguardo

Cetilar Villorba al traguardo

Cetilar Villorba Corse ha concluso in rimonta la 24 Ore di Le Mans 2018. La fine della gara ha suggellato un’impresa per il team italiano che ha permesso a Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Felipe Nasr di tagliare il traguardo dell’86ma edizione della gara di durata più famosa e selettiva sulla Dallara P217.

Ventiduesima posizione assoluta e 13a piazza di LMP2 per il pisano, il trevigiano ed il brasiliano driver F.1 in una gara caratterizzata da una sequenza senza fine di inconvenienti che hanno costretto i piloti a continue prove di carattere per rimontare.

La serie di impegni straordinari è iniziata il giovedì, quando un’uscita di pista durante le qualifiche per Giorgio Sernagiotto, ha chiamato alla prima e più impegnativa prova la squadra trevigiana coordinata da Raimondo Amadio, che a tempo di record e con il supporto diretto della stessa Dallara, ha riassemblato il prototipo che ha potuto prendere il via del warm up e successivamente della 24 Ore, prima tra le Dallara.

Durante la lunga corsa, si sono succedute una foratura allo pneumatico posteriore, problemi ai fari e poi delle noie all’idroguida ed all’acceleratore, tutte immediatamente risolte ai box. All’alba di oggi ancora un fuori pista con danni al fondo ed alle sospensioni ha visto l’ennesima pronta e precisa reazione degli uomini Cetilar Villorba Corse, costata quasi 1 ora e tante posizioni.

Un efficace e professionale lavoro che ha permesso ai piloti di iniziare un’altra rimonta, a suon di ottimi tempi che nella 23a ora sono tornati quasi alle prestazioni da qualifica, durata fino alla desiderata bandiera a scacchi, che ha segnato il compimento di un’autentica impresa, che ha visto il completamento di 342 giri sui 13,6 Km del circuito del La Sarthe, con 38 soste ai box ed il passaggio trionfale sotto la bandiera a scacchi riservato a Roberto Lacorte in 13ma posizione di LMP2 e 22a assoluta dopo 24 lunghe ore di gara.

“Abbiamo una grande squadra, sempre pronta a tutto senza commettere errori – ha detto Lacorte – dei direttori d’orchestra straordinari. È stata una grande 24 Ore di Le Mans e siamo contenti di avere tagliato il traguardo di una gara tanto impegnativa e selettiva”.

“Non sono riuscito a trattenere l’emozione – ha detto Giorgio Sernagiotto – una gara sensazionale straordinaria che ci ha dato delle emozioni uniche. Essere arrivati è un grande risultato di squadra e proprio alla squadra voglio dedicare questa gara”.

“È stata una avventura lunga e faticosa, il risultato non è quello che speravo – sono le parole di Nasr – non è questa però la cosa importante. Sono contento di aver fatto la mia prima esperienza a Le Mans con questa straordinaria squadra che ha saputo risolvere tutti i problemi che abbiamo avuto. È successo un po’ di tutto, ma ce l’abbiamo fatta ed ho imparato molto. Questa pista da un’energia diversa”.

“Tutti hanno dato il 110% – afferma il team principal Raimondo Amadio – peccato, perché ripetere il risultato dell’anno scorso era alla nostra portata in una delle edizioni più affollate e impegnative. La bandiera a scacchi di una gara come questa ha un valore ineguagliabile e difficilmente esprimibile. Un onore e un orgoglio per Villorba Corse, per il sottoscritto e per tutti i miei bravissimi ragazzi aver senza dubbio caratterizzato l’edizione 2018!”.

Share Button