WEC
Cairoli quarto, ma che fatica

Cairoli quarto, ma che fatica

Matteo Cairoli centra il quarto tempo nelle qualifiche della classe GTE AM della 24 Ore di Le Mans. Al volante della Porsche 911 RSR del team Dempsey-Proton Racing, al suo debutto nella classica gara sul circuito di La Sarhte, ha centrato un giro straordinario riuscendo a strappare l’ottimo risultato e ad andare a 538 millesimi dalla vetta.

Cairoli ha raccontato le sue emozioni e la fatica in queste qualifiche: “Per un attimo ci avevo creduto… Sapevo di potere fare la pole, ma quando nella Q3 sono uscito con le gomme medie, che per noi sono quelle maggiormente performanti, ho trovato le bandiere gialle. Davvero un peccato! Eravamo quasi rassegnati ad accontentarci dell’ottavo o nono tempo. Il mio morale era abbastanza giù, perché sapevo che potevamo provarci. L’ho fatto ed è andata bene, al termine di una sessione comunque tiratissima. Diciamo che sono soddisfatto all’85 per cento”.

Seconda fila dunque per il giovane comasco che, come sempre, si alternerà al volante ai due tedeschi Christian Ried e Marvin Dienst.

“Non è la Corvette (che parte dalla pole position) a preoccuparmi, visto che su quella vettura ci sono due gentleman – ha aggiunto Cairoli – Come ho già detto mi starebbe bene anche un terzo posto, cioè il podio. L’importante sarà non fare errori e non avere problemi. La vettura è perfetta e noi siamo pronti per questa lunga sfida”.

Una sfida che per il comasco, alla sua prima stagione nel FIA WEC, sarà davvero interminabile, dal momento che dovrà guidare per ben 12 ore, praticamente mezza gara. E sarà proprio Cairoli a prendere domani il via della gara, che scatterà alle 15 (preceduta dal warm-up del mattino) con la diretta Tv su Eurosport 1 e 2 in alternanza.

Share Button