European Le Mans Series
Buona prova per Demarchi

Buona prova per Demarchi

Luca Demarchi è stato tra i protagonisti in positivo del quarto weekend della European Le Mans Series 2018 che si è corso a Silverstone, in Gran Bretagna.

L’alfiere dell’Inter Europol Competition al volante della Ligier JS P3-Nissan, si è presentato sul tracciato memore di quanto ha fatto sulla stessa pista nel 2015, dove aveva corso con la BMW Diesel Dual Fuel by Ecomotive Solutions.

Questa volta, però, si è dovuto cimentare sul tracciato in configurazione GP (lo stesso utilizzato dalla F1), della lunghezza di 5,9 Km, diversa rispetto a quanto provato in precedenza.

Il pilota italiano, nonostante non abbia preso parte ai test collettivi del lunedì precedente, si è distinto nelle prove libere centrando l’undicesimo tempo nelle prove libere 2 mostrando margini di miglioramento.

In qualifica, e con un tempo nuvoloso ma asciutto, come per le prove libere riesce a migliorare il proprio tempo delle libere e solo una sbavatura nell’ultima chicane gli nega alcuni decimi preziosi per la posizione sulla griglia di partenza. Per lui c’è stato il sedicesimo posto.

In gara, della consueta durata di 4 ore è scattata col tedesco Still al volante, dopo un buon avvio in cui ha guadagnato diverse posizioni, ne ha perse altre in lotta con la vettura del team Virage, lasciando il testimone al Scheuschner dopo la prima ora di gara; purtroppo, una pistola pneumatica si rompe durante il pit stop, causando la perdita di circa un minuto, mentre Scheuschner è stato poi penalizzato con uno stop and go per aver fatto pattinare le gomme alla ripartenza (comportamento vietato per regolamento), perdendo diverso altro tempo; poterà a termine quindi un doppio stint di due ore mantenendo la posizione, lasciando la vettura a Denarcgu allo scadere della terza ora in 14esima posizione.

L’italiano ha quindi gestito la situazione di gara e la vettura con un buon passo che gli ha permesso di recuperare sulla vettura della Oregon, passandola e chiudendo la gara in 13esima posizione.

“Sono contento del lavoro svolto durante il weekend con il team, e soprattutto, dei risultati che sto ottenendo senza essere mai in macchina durante i test pre gara – ha sottolineato Luca De Marchi – la macchina per la qualifica aveva un buon potenziale e una mia sbavatura mi è costata alcuni decimi all’ultima chicane, così che potenzialmente sarei potuto essere tra il decimo e il dodicesimo, ma ci siamo dovuti accontentare del sedicesimo. La gara comunque è lunga e sappiamo che questo non è un problema, ma purtroppo non siamo nemmeno stati fortunati: la rottura della pistola pneumatica ci ha fatto perdere circa un minuto, Still nel suo stint ha guadagnato posizioni, perdendone però altre nella lotta con la macchina di Virage, Scheuschner ha preso purtroppo uno stop and go e tutto questo non ci ha fatti arrivare dove volevamo; io da parte mia ho cercato di gestire la vettura, che nel mentre aveva molto sovrasterzo, e portare a casa la 13esima posizione, che era l’unico obbiettivo da centrare al momento, e così è stato”.

Share Button