CIT
BRC a quattro punte in Toscana

BRC a quattro punte in Toscana

Da venerdì  15 luglio tornano al Mugello il Campionato Italiano Turismo e la Seat Leon Cup. Nella serie tricolore importante sarà la presenza di BRC Racing Team. La casa di Cherasco si presenterà al semaforo verde con tre Seat Leon TCR, che saranno affidate ad Alberto Viberti, Marco e Mariano Costamagna.

Per quest’ultimo, presidente dell’Azienda, si tratterà del debutto stagionale dopo le apparizioni degli scorsi anni, quando le sfide erano ancora in formato endurance. Eredito la vettura che a Magione è stata di Jimmy Ghione e spero essere all’altezza dell’amico conduttore. Il mio obiettivo è quello di acquisire nozioni utili al team per il miglioramento delle prestazioni di gara – ha commentato Mariano Costamagna.

Come sempre occhi puntati anche su Alberto Viberti, che cercherà di colmare il gap che ancora lo distanzia dal leader di classifica. Siamo al giro di boa del campionato ed i punti in palio diventano sempre più importanti – ha detto il giovane pilota albese – Dopo l’ultima gara abbiamo svolto un’analisi approfondita e diversi test che ci hanno fornito ottime indicazioni e soprattutto infuso fiducia, utile per poter disputare un weekend da protagonisti.

Sul terzo sedile siederà Marco Costamagna (nella foto). L’ex asso del kart ha dimostrato, con i punti conquistati nelle sue apparizioni di Adria e Misano, che la sua forza rimane quella della regolarità e senz’altro i 5.245 metri del circuito toscano sapranno mettere in risalto le sue caratteristiche. Purtroppo ho dovuto saltare la gara di Magione – ha commentato Marco Costamagna – Spero di portare a casa i punti necessari a farmi entrare nella “top 5” del campionato.

La quarta Seat impegnata al Mugello sarà quella di Alberto Biraghi. L’industriale piemontese sarà nella griglia di partenza della Seat Leon Cup che, per l’occasione, attende anche i protagonisti della serie Eurocup. L’abbinamento fra i due campionato, che viene proposto per la prima volta in assoluto, vedrà al via oltre 30 vetture. Non nascondo di provare un pizzico di emozione. Essere schierati fra così tante auto fa sempre un certo effetto. Sono curioso di potermi confrontare con alcuni fra i migliori protagonisti della rassegna continentale, ma al contempo tranquillo di potermi giocare le mie carte e di ben figurare – ha commentato Biraghi.

Share Button