Campionato Italiano Gran Turismo
BMW Italia al completo, a Monza arriva Zanardi
Photo Credit: BMW Italia

BMW Italia al completo, a Monza arriva Zanardi

Il BMW Team Italia ha ufficialmente rinnovato la propria presenza nel Campionato Italiano Gran Turismo, annunciando la partecipazione alle due serie Endurance e Sprint e tante novità importanti.

Da un lato una line-up di giovanissimi, Marius Zug e Simone Riccitelli. Il 17enne pilota tedesco prenderà il via in entrambi i campionati tricolori in equipaggio con l’esperto pilota romano Stefano Comandini, assieme al quale si dividerà il volante di una BMW M6 GT3 tutta nera per onorare la vittoria ottenuta in GTLM nella 24 Ore di Daytona di quest’anno. Ad affiancarli nei primi tre round della serie Endurance ci sarà un pilota ufficiale della Casa bavarese, mentre nell’ultimo appuntamento di Monza in programma il 7 e 8 novembre assieme a loro ci sarà Alex Zanardi, “brand ambassador di BMW e alla sua terza presenza nella serie tricolore.

Impegno “giovane” anche nella classe GT4 che vedrà al via un altro 17enne, il fabrianese Simone Riccitelli, campione in carica della classe Sprint nella categoria, il quale si alternerà nell’abitacolo di una BMW M4 GT4 con Simone Guerra, vicecampione GT4 nel 2019 sempre al volante di una vettura bavarese. Nelle quattro gare che comporranno il calendario Endurance, i due piloti saranno affiancati da Nicola Neri, anche lui certamente non nuovo nella serie tricolore.

“Riaccendere i motori anche del campionato GT è un messaggio importante – ha dichiarato Federico Izzo, direttore Marketing di BMW Italia –  Soprattutto in un anno complesso come quello che stiamo vivendo. Per noi di BMW, il mondo delle gare fa parte del DNA della marca e ci consente di esprimere il piacere di guidare nella sua forma più pura. Devo ringraziare il nostro concessionario e partner Gianfranco Ceccato e tutti gli sponsor, che malgrado il periodo economico difficile, hanno deciso di rilanciare la sfida e rinnovare gli investimenti per mantenere alto l’entusiasmo e l’emozione del mondo delle gare. Anche questo è un segnale importante per la ripartenza del comparto automotive e del Paese e la presenza di Alessandro Zanardi nella gara finale di Monza sarà la classica ciliegina sulla torta di una stagione che ci auguriamo ricca di soddisfazioni per il nostro team”.

Zanardi, come già detto, sarò alla sua terza partecipazione nel tricolore GT. Come nelle precedenti edizioni, il bolognese sarà al via dell’ultima gara della serie Endurance che si disputerà a Monza in coppia con Comandini e Zug al volante della BMW M6 GT3.  “Sono felice di dare, anche nel 2020, un contributo al BMW Team Italia –  ha dichiarato Zanardi  – Quest’anno la tappa di Monza rappresenta qualcosa di più che una semplice gara, soprattutto per la valenza che assume nella regione più colpita dalla crisi epidemiologica. Correre a Monza incarna la volontà di ripartire, di rimettersi in viaggio dopo il difficile periodo che abbiamo vissuto. Sarà bellissimo poter risalire sulla BMW M6 e riprovare le emozioni della gara”.

Come lo scorso anno, entrambe le vetture schierate da BMW Team Italia sono gestite da Ceccato Motor Racing Team.  “Aver ricevuto semaforo verde per la ripresa delle nostre attività sportive dopo alcuni mesi veramente difficili per tutti noi, è stata una notizia tanto attesa quanto fantastica – ha commentato il team owner Gianfranco Ceccato  Un ringraziamento ad ACI che ha permesso tutto questo con il loro protocollo sanitario perché garantire la sicurezza e la salute di tutti è la priorità assoluta. Anche se il programma sportivo è stato definito tardi a causa della pandemia, con grandi sacrifici abbiamo deciso, in accordo con BMW Italia, di disputare in ogni caso la stagione sportiva 2020 per non interrompere questa collaborazione e per dare un segnale di positività a tutto il mondo del Motorsport che è nel DNA del nostro gruppo. Aver saputo poi che Alex Zanardi avrebbe disputato con noi la gara di Monza è stato un ulteriore fattore trainante e stimolante per tutti noi”.

Entusiasta si è dimostrato il team manager Roberto Ravaglia. “Per il BMW Team Italia il 2020 sarà ricordato, oltre alle difficoltà della pandemia anche per avere nel Team tre giovanissimi piloti, due dei quali minorenni, e sono sicuro che riusciranno a mettere in evidenza il proprio talento di cui personalmente non nutro alcun dubbio. Abbiamo disputato due giorni di test a Misano nei primi giorni di Giugno e sono molto soddisfatto del lavoro svolto dalla squadra e dai piloti; il 26 Giugno svolgeremo un ulteriore test a Misano Adriatico con la GT4 per recarci poi il 7 e 8 Luglio al Mugello per una due giorni di test con la M6 GT3 e la M4 GT4 prima dell’inizio del campionato”.

Le vetture bavaresi sono già scese in pista a  Misano a inizio mese, dove il migliore riscontro emerso è stato di 1’33” (ma con la pista nuova, con molto più grip rispetto allo scorso anno). Il prossimo impegno sarà ancora sul circuito romagnolo, alla fine della prossima settimana, in vista del via della stagione dell’Endurance in programma il 18 e 19 luglio al Mugello.

Share Button