European Le Mans Series
BHK vicino alla top 10
Photo Credit: Foto MorAle

BHK vicino alla top 10

La 4 Ore di Monza ha rivelato due differenti volti per il team BHK Motorsport. Da un lato la soddisfazione di avere portato a termine due gare su due, dal momento che, come era già successo al Paul Ricard, Francesco Dracone Jacopo Baratto sono riusciti a condurre fino in fondo la loro Ligier-Nissan LMP3. Dall’altro c’è però un po’ di delusione per il fatto di non avere centrato l’obiettivo di concludere nella top 10.

Il round di casa per l’equipaggio italiano è servito a maturare ancora più esperienza sulla vettura transalpina e alla fine è arrivato anche un 12° piazzamento di classe ed il 28° assoluto su 42 equipaggi al via.

L’obiettivo era di rientrare tra i primi dieci. Purtroppo non ci siamo riusciti. Nonostante un contatto con una GT che ci ha fatto perdere un fanale, abbiamo spinto sempre cercando di adattarci ad ogni situazione. Anche Jacopo ha fatto un ottimo lavoro, cercando di accorciare il più possibile il gap con la top 10, ma la vettura non era ancora a posto, evidenziando dei comportamenti anomali e rivelandosi estremamente variabile curva dopo curva e giro dopo giro”,  ha commentato Dracone, che ha preso il via con le gomme della qualifica.

Alla fine non eravamo poi tanto distanti dal nostro obiettivo – sono state le parole di Baratto – Abbiamo adottato la strategia di partire con tanta benzina e gomme non nuove, particolarmente scarichi di aerodinamica per dare il massimo sul veloce. Però nel settore misto perdevamo parecchio. C’è ancora da lavorare“.

La tappa di Monza ha evidenziato anche degli aspetti positivi. Nelle libere la Ligier di Dracone e Baratto è infatti riuscita a girare con un buon passo, anche se nella qualifica si siano riproposti i problemi ai freni che avevano caratterizzato anche la giornata di venerdì, facendola scivolare in 17ª posizione.

Share Button