Campionato Italiano Gran Turismo
Bene La Mazza-Nicolosi

Bene La Mazza-Nicolosi

Due secondi posti. È questo il bottino per l’equipaggio catanese formato da Francesco La Mazza e Giuseppe Nicolosi. Nelle prime due gare del Campionato italiano Gran Turismo, i portacolori “rossazzurri” hanno fatto capire, sulla Porsche della Ebimotors, di poter essere protagonisti nella loro classe (la Gt Cup) come lo sono stati nella stagione scorsa.

Gara 1 ha preso subito una piega che ha mantenuto pressoché inalterata: Merendino si è portato al comando davanti a La Mazza, mentre Sauto si è ritirato per una perdita d’olio nel posteriore. La Mazza ha provato a star dietro all’altro siciliano, poi sono entrati in auto Di Benedetto e Nicolosi, ma le posizioni al vertice sono rimaste inalterate. Sensazioni positive comunque per i due piloti catanesi che si sono ben comportati alla prima gara stagionale.

Gara 2, invece, è stata più difficile e più movimentata. L’equipaggio etneo è partito dal terzo posto in griglia. Nicolosi ha gestito, poi è subentrato La Mazza. Nel frattempo, un incidente ha portato all’ingresso della safety car. E’ arrivato , così, il sorpasso ai danni di Pisani, poi La Mazza si è lanciato all’inseguimento di Merendino che perdeva in prestazioni dopo un tamponamento con una Lamborghini. Da quasi un giro di distacco arrivava ai 18” sotto la bandiera a scacchi. Altro secondo posto, dunque, ancora alle spalle del duo Merendino – Di Benedetto.

“Due secondi posti alle prime gare – dice La Mazza – rappresentano un risultato positivo. Come sempre c’è da migliorare, ma le premesse sono buone. L’auto va benissimo. Abbiamo avuto solo alcuni problemi di handling patiti nelle qualifiche e in parte in gara 1 ma che sono stati risolti al meglio dal team”.

Anche Nicolosi ha detto la sua:

“Siamo fiduciosi per le prossime gare – conferma – il feeling col team è sempre altissimo. Per quel che mi riguarda, meglio gara 1, ma sono al secondo anno di partecipazione al campionato italiano GT e la volontà costante è quella di crescere gara dopo gara. A partire dal prossimo appuntamento”.

Share Button