Formula 1
Australia: non si corre. Slitta la 12H Sebring

Australia: non si corre. Slitta la 12H Sebring

Modificato alle 00.23 del 13 marzo 2020

Alla fine sembrava avere prevalso la linea totale del no. Invece pare che l’organizzazione del Gran Premio d’Australia vada avanti lo stesso, ma solamente con gli altri eventi del weekend.

La Formula invece 1 si ferma (la comunicazione ufficiale è arrivata quando a Melbourne era già mattina). Prima la decisione del team McLaren di ritirarsi dall’evento in seguito alla scoperta che un membro della sua squadra era risultato positivo all’esame del COVID-19. Quindi le lamentele del campione del mondo Lewis Hamilton, che ha espresso il suo disappunto nei confronti del fatto che venga disputato il Gran Premio, prova d’apertura del Mondiale.

C’è quindi un lato umano in Formula 1. Sarebbe apparso un controsenso se una categoria che ha trasformato le piste per renderle ultra sicure, privandole anche del loro fascino originario, non avesse preso in considerazione altre problematiche ben più importanti. Inoltre bisognerà attendere di sapere anche cosa verrà deciso sul GP del Bahrain,che si dovrebbe svolgere la prossima settimana.

E nel frattempo anche la serie IMSA si mette in stand-by. La 12 Ore di Sebring, secondo appuntamento della WeatherTech Series, non si disputerà la prossima settimana ma viene rinviata al 14 novembre a causa della decisione del governo americano di chiudere per un mese l’accesso ai cittadini in arrivo dalla zona europea, Uk esclusa.

Share Button