Campionato Italiano Gran Turismo
Audi domina le qualifiche al Mugello

Audi domina le qualifiche al Mugello

Dominio dello squadrone Audi nella prima qualifica della stagione del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance. A stabilire la pole sul circuito del Mugello è stata la R8 LMS GT3 su cui si sono alternati Daniel Mancinelli, Riccardo Agostini e Mattia Drudi, più veloci nelle rispettive sessioni con lo schieramento stabilito dalla somma dei tempi. In prima fila anche la BMW divisa da Stefano Comandini, l’inglese Alexander Sims e il debuttante Marius Zug. Quattro marchi diversi nelle prime quattro posizioni, con la Ferrari terza con Antonio Fuoco, Giorgio Roda Alessio Rovera, quest’ultimo per la prima volta in rosso, mentre quarta ha concluso la prima delle Lamborghini, quella della Imperiale Racing, con Kikko Galbiati, Vito Postiglione e Giovanni Venturini.

Ben cinque vetture diverse nelle prime cinque posizioni, tutte raccolte in 868 millesimi, mel primo turno cronometrato. Daniel Mancinelli ha stabilito il miglior tempo di 1’47″001, seguito a poco più di due decimi e mezzo dalla Ferrari di Alessio Rovera. Appena dietro la BMW di Stefano Comandini e poi la Audi di Stefano Colombo e la Lamborghini di Raffaele Giammaria.

Nel secondo turno a balzare in testa a sette minuti dal termine è stata di nuovo la Audi, questa volta con Riccardo Agostini autore di 1’47″469. Quasi nello stesso istante l’uscita di pista della Mercedes di Lorenzo Ferrari, che si è insabbiato per evitare una GT4 che procedeva lentamente, ha portato in pista la bandiera rossa. In quel momento ad occupare la seconda posizione era la Lamborghini guidata da Giovanni Venturini, in ritardo di un secondo e mezzo. Terza la BMW di Marius Zug. Al semaforo verde Ferrari (che era riuscito a raggiungere i box) si è immediatamente riscattato stampando il terzo tempo, ma venendo poi superato da Venturini. Ferrari ha risposto scavalcando nuovamente il pilota della Imperiale Racing e tornando terzo. Agostini nel frattempo si è migliorato scendendo a 1’47″311 e assicurandosi definitivamente il miglior tempo della sessione.

A riprova del potenziale Ferrari, a dominare nelle prime battute il terzo turno è stato Matteo Cressoni, autore di 1’47″993 con una delle due 488 GT3 EVO della AF Corse. Dietro di lui si è issato l’esordiente Leonardo Pulcini con la Lamborghinio del VSR. A quasi cinque minuti dal termine è entrato in pista Mattia Drudi e subito il pilota romagnolo si è piazzato in testa facendo segnare il tempo assoluto di 1’46″614. Ci ha provato Vito Postiglione, ma il potentino ha chiuso secondo a 1″364 con la Huracán della Imperiale Racing. Con Drudi sempre al comando, dietro di lui negli istanti conclusivi è successo di tutto. Antonio Fuoco (Ferrari) e Alexander Sims (BMW) sono entrambi scesi sotto 1’47”, mentre Porstiglione è scivolato quinto scalzato anche da Cressoni.

Share Button