Lamborghini Super Trofeo Europa
Assegnati tutti i titoli continentali
Photo Credit: Lamborghini (Eros Maggi)

Assegnati tutti i titoli continentali

Sei gare ed oltre 60 Huracán in pista nell’ultimo appuntamento del Lamborghini Super Trofeo 2018, che a Vallelunga ha assegnato tutti i titoli delle tre serie Europa, Asia e Nord America. Epilogo di stagione all’insegna dello spettacolo nel monomarca riservato alle vetture della Casa di Sant’Agata Bolognese: un’anteprima a tutti gli effetti della World Final, che entrerà nel vivo a partire da domani sullo stesso tracciato romano e che vedrà nuovamente in azione tutti i principali protagonisti dei campionati continentali.

 

LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPA

È stata l’ultima gara del sesto e conclusivo round a consegnare tre dei titoli Piloti del Lamborghini Super Trofeo Europa. In un finale “incandescente”, a spuntarla nella classe PRO è stato Giacomo Altoè, quest’anno già campione italiano Gran Turismo con la Huracán GT3. Il pilota del team Antonelli Motorsport, assieme a Daniel Zampieri, in Gara 1 ha conquistato la sua quarta vittoria dopo avere messo a segno la pole nel primo turno delle qualifiche di giovedì. Poca fortuna per Vito Postiglione e Karol Basz, che arrivavano sul tracciato capitolino nelle vesti di leader della classifica, con un vantaggio di dieci punti da amministrare. Un drive through in seguito ad un contatto avuto nella prima gara e poi il ritiro di Gara 2, hanno definitivamente compromesso il successo dell’equipaggio della Imperiale Racing. A conquistare invece l’ultima vittoria sono stati Niels Lagrange e Frederik Schandorff, con i colori della Leipert Motorsport secondi assoluti e primi di classe nella seconda gara.

“Doppio” titolo per Juan Perez e Loris Spinelli nella classe PRO-AM. Dopo essersi imposti nella serie nordamericana, in cui hanno chiuso i giochi in occasione del penultimo round di Laguna Seca, i due piloti della P1 Motorsport hanno trionfato anche nel campionato europeo. Ad andare a segno nelle due gare di Vallelunga sono stati l’equipaggio della Iron Lynx formato da Emanuele Zonzini e Lorenzo Bontempelli (fino all’ultimo in lotta per il primato in classifica) e quello dell’Artline Team Georgia composto da Shota Abkhazava e Sergei Afanasiev, che in Gara 2 hanno festeggiato la loro prima vittoria assoluta.

In un’entusiasmante volata finale, Manuel Lauck e Florian Scholze hanno conquistato il titolo AM. I due tedeschi del team Dörr Motorsport sono stati autori di una doppietta che ha consentito loro di scalvare in classifica Andrej Lewandowski (VS Racing), nonostante i 24 punti in più che il polacco vantava alla vigilia di questo conclusivo round. A laurearsi campione per il terzo anno di fila nella Lamborghini Cup è stato invece l’olandese Gerard Van der Horst (Van der Horst Motorsport), che ha conquistato matematicamente la corona al termine di Gara 1, quando ha concluso secondo dietro al francese della AGS Events, Joseph Collado. L’ultimo acuto nella stessa classe è stato proprio di Van der Horst, che nella seconda gara ha messo a segno la sua quarta affermazione di questa stagione, chiudendo davanti al suo compagno di squadra William Van Deyzen.

 

LAMBORGHINI SUPER TROFEO ASIA

Nel Lamborghini Super Trofeo Asia, Andrea Amici e Artur Janosz si sono assicurati il titolo della classe PRO. Un successo che il binomio dell’FFF Racing Team by ACM ha aritmeticamente conquistato al termine di una Gara 1 che lo ha visto compiere una straordinaria rimonta dal fondo dello schieramento. Dopo non aver preso parte alle qualifiche, Amici (a proprio agio sulla sua pista di casa) ha risalito cinque posizioni, con il polacco che ha concluso poi terzo, proprio alle spalle dei compagni di squadra James Pull e Jack Bartholomew. Successo invece di Kei Cozzolino e Afiq Yazid con i colori della Clazzio Racing, che hanno concesso il “bis” in Gara 2.

Centrando una vittoria di classe (la quinta per loro di quest’anno) e poi chiudendo terzi in Gara 2, i finlandesi del team Leipert Motorsport, Mikko Eskelinen e Juuso Puhakka, l’hanno spuntata nella PRO-AM per sole due lunghezze su Akihiro Asai e Evan Chen. In classe AM si è imposto il tailandese Suttiluck Buncharoen, assente in questa occasione. Il titolo della Lamborghini Cup è andato infine a Paul Wong (852 Challengers).

 

LAMBORGHINI SUPER TROFEO NORD AMERICA

Con i titoli della PRO-AM e Lamborghini Cup già assegnati in anticipo rispettivamente a Perez-Spinelli e all’equipaggio della US RaceTronics-Lamborghini La Jolla formato da Parris Mullins e Mark Proto, avvincente è stato il “rush” finale che ha visto Corey Lewis e Madison Snow (quest’ultimo con la Lamborghini campione IMSA GTD 2018) imporsi nella maggiore classe PRO. Il binomio del team Change Racing-Lamborghini Charlotte è andato a segno in Gara 1 e si è diviso i successi con Jonathan Cecotto e Trent Hindman (Wayne Taylor Racing). Questi ultimi hanno conquistato la vittoria in Gara 2. Niente da fare invece per Edoardo Piscopo e Taylor Proto, secondi in campionato e due volte secondi nelle due gare di Vallelunga con la Us RaceTronics-Lamborghini Beverly Hills.

Una vittoria, un terzo posto ed una pole hanno permesso infine a Ryan Hardwick (Dream Racing Motorsport-Lamborghini Atlanta) di spuntarla di soli quattro punti nella classe AM nei confronti del plurititolato Damon Ockey, che a sua volta ha ottenuto un secondo posto ed il successo in Gara 2 con la vettura della US RaceTronics-Lamborghini Calgary.

Share Button