Campionato Italiano Gran Turismo
Altoè e Zampieri campioni

Altoè e Zampieri campioni

Daniel Zampieri e Giacomo Altoè sono i nuovi campioni della classe GT3 del Campionato Italiano Gran Turismo 2018. I due piloti dell’Antonelli Motorsport hanno festeggiato il titolo al Mugello dopo l’ultima gara della stagione che si è corsa sotto la pioggia.

È bastato loro il secondo gradino del podio ottenuto dietro all’accoppiata formata da Baruch-Treluyer (Audi R8 LMS-Audi Sport Italia) e davanti a Postiglione-Basz su Lamborghini Huracan della Imperiale Racing.

Zampieri ed Altoè grazie a questo piazzamento hanno raggiunto quota 159 punti precedendo di appena cinque lunghezze a Stefano Gai e Bar Baruch (Ferrari 488) col pilota milanese che guadagna la terza piazza grazie ai migliori risultati.

Nelle altre classi, assegnati gli altri titoli italiani, la seconda gara del programma toscano è stata una passerella per Pietro Perolini (Lamborghini Huracan-Antonelli Motorsport) primo della Super GT Cup e Davide Di Benedetto, in coppia con Vincenzo Sauto (Porsche 991-Island Motorsport/Duell), secondo nella GT Cup alle spalle dei compagni di squadra Merendino-Lazarevic.

In Gara 2, quindi, ha sancito la vittoria finale di Daniel Zampieri e Giacomo Altoè dopo una stagione che li ha visti alternarsi al comando della GT3 con Stefano Gai. Nell’epilogo stagionale, il portacolori della Antonelli Motorsport costruito nelle prove ufficiali con una doppia pole position e concretizzato in gara grazie anche ad un primo stint condotto dal 18enne Altoè in modo esemplare e sempre in testa. Nel suo turno di guida Zampieri ha potuto amministrare permettendosi il lusso di far passare Banoit Treluyer che è stato protagonista con l’Audi grazie ad uno stint da fuoriclasse.

È stata una giornata da dimenticare per la Scuderia Baldini 27. Gai che aveva vinto Gara 1 con Giancarlo Fisichella non è andato oltre il settimo posto.

Lamborghini sugli scudi, invece, grazie anche al terzo gradino del podio di Postiglione-Basz davanti ai compagni di squadra dell’Imperiale Racing, Giammaria-Bortolotti e Liang-Mapelli, con un ottimo primo stint del giovane polacco Basz, bravo a coprire la cavalcata solitaria di Altoè al comando della gara.

Un’altra Huracan, quella di Veglia-Spinelli (Antonelli Motorsport) ha concluso in sesta posizione precedendo la BMW M6 GT3 di Comandini-Koebolt (BMW Team Italia) e la Huracan Super Trofeo del neo campione italiano Pietro Perolini, primo della Super GT Cup davanti ai compagni di squadra dell’Antonelli Motorsport, Sartori-Di Fant.

Noni assoluti e primi della GT Cup si sono classificati Merendino-Lazarevic (Porsche 991), passati a condurre dopo l’uscita sulla sabbia per un problema ai freni di Eugenio Pisani (Porsche 997-Siliprandi Racing), al comando sin dal via. Sotto alla bandiera a scacchi i portacolori dell’ Island Motorsport/Duell hanno preceduto i compagni di squadra Davide Di Benedetto, neo campione italiano GT Cup, e Vincenzo Sauto, mentre sul terzo gradino del podio sono saliti La Mazza-Nicolosi (Porsche 991-Ebimotors).

Completano la classifica dell’ultima gara della stagione Piccioli-De Castro (Lamborghini Huracan-Ebimotors), primi della classifica GT3 AM.

Share Button