GT & Prototipi
Altoè e Costa factory driver Lamborghini
Photo Credit: Lamborghini Squadra Corse

Altoè e Costa factory driver Lamborghini

Andrea Caldarelli, Marco Mapelli (entrambi campioni Blancpain GT 2019), l’altro italiano Giovanni Venturini, il danese Dennis Lind ed il francese Franck Perera, a cui si aggiungono i due nuovi arrivi Giacomo Altoé e Albert Costa, assieme campioni lo scorso anno dell’International GT Open. Sono questi i “factory driver” che Lamborghini Squadra Corse ha ufficializzato per la stagione 2020.

Dopo essersi messo in luce nel 2018 come migliore Lamborghini Young Driver, laureandosi campione del Super Trofeo Europa e vincendo la World Final di Vallelunga e il Campionato Italiano Gran Turismo (sempre con la Lamborghini), Altoé è una delle rivelazioni in senso assoluto. Lo scorso anno è stato ancora il migliore dei Lamborghini GT3 Junior Driver e in equipaggio con lo spagnolo Costa ha portato al successo nell’International GT Open la Huracán GT3 Evo dell’Emil Frey Racing. Con la squadra svizzera Altoè e Costa prenderanno parte quest’anno al GT World Challenge Europe.

Costa è il primo pilota iberico ad essere nominato Lamborghini factory driver. Nato nel ’90 a Barcellona, alle spalle ha una lunga carriera nel corso della quale si è distinto sia nei kart che in monoposto, prima di approdare alle categorie GT.

Un’altra novità riguarda inoltre Danny Kroes. L’olandese, classe 1999, la scorsa stagione ha conquistato assieme a Sergei Afanasiev il titolo Pro del Lamborghini Super Trofeo Europa. Ma si è anche messo in evidenza tra i giovani ammessi nel Lamborghini Young Driver Program guidato da Raffele Giammaria. Grazie a ciò, con il supporto di Lamborghini Squadra Corse, prenderà parte quest’anno alla sua prima stagione in un campionato GT3, facendo il suo esordio nell’Italiano Gran Turismo.

Una promozione anche per Frederik Schandorff, altro talento uscito dall’accademia Lamborghini Squadra Corse. Dopo aver dominato all’inizio del 2019 il Lamborghini Super Trofeo Middle East, terminando poi la stagione con il titolo di campione del mondo del monomarca grazie al successo conquistato nella World Final di Jerez de la Frontera, il danese ha meritato un sedile per la prossima stagione nel GT World Challenge Asia, a cui parteciperà con il team Vincenzo Sospiri Racing.  

Sono felice di dare il benvenuto in famiglia a Giacomo e Albert, che nelle ultime stagioni hanno entrambi dimostrato di possedere talento, velocità e la giusta attitudine – ha commentato Giorgio Sanna, Head of Motorsport di Automobili Lamborghini – Giacomo è l’esempio perfetto di quanto i nostri programmi dedicati ai giovani contribuiscano a formare i piloti emergenti, offrendogli concrete opportunità di carriera”.

Sono entusiasta. Questo è un traguardo davvero importante per la mia carriera ma soprattutto un punto d’inizio per migliorare e crescere ulteriormente – ha dichiarato Altoè – Sono onorato di rafforzare la mia collaborazione con Lamborghini e non vedo l’ora di iniziare i test per prepararmi al meglio alla prossima stagione”.

Diventare Lamborghini Factory Driver è una sensazione incredibile – ha aggiunto Costa – Fin da bambino Lamborghini ha rappresentato per me un marchio da sogno e da quando ho iniziato a correre in GT ho sempre desiderato correre su una Huracán. Sono veramente felice e ora devo lavorare più che mai perché Lamborghini lo scorso anno ha vinto tutto quello che c’era da vincere e le aspettative per la prossima stagione sono altissime. Darò il massimo al team sia in pista che fuori e voglio vincere per ringraziare Squadra Corse della fiducia”.

Share Button