International GT Open
Abril-Prette a sorpresa in Gara 2

Abril-Prette a sorpresa in Gara 2

Una safety car e l’ottima strategia del team AF Corse, ha permesso a Louis Prette e Vincent Abril di conquistare la terza vittoria stagione a Monza, nella seconda gara del quarto appuntamento dell’International GT Open. Un successo con cui l’equipaggio monegasco ha guadagnato punti importanti nei confronti di Henrique Chaves e Miguel Ramos, secondi con la McLaren del Teo Martín Motorsport, in testa fino a pochi minuti dal traguardo.

Podio e vittoria in Pro-Am per Allam Khodair e Marcelo Hahn, terzi con l’altra McLaren della squadra spagnola, che hanno rafforzato la propria leadership di classe. Vittoria invece nella classe Am per Jens Liebhauser e Florian Scholze, ottavi assoluti con la Mercedes della GetSpeed Performance, che hanno così riallungato in campionato sul binomio del team Antonelli Motorsport formato da Alexey Nesov (al comando durante tutto il suo primo stint con un’altra Mercedes) e Alexander Moiseev, che avevano ottenuto il successo nelle ultime due gare, in Austria e sempre a Monza in Gara 1.

Nervosa la partenza, con la Bentley di Fabrizio Crestani, sabato autore del primo successo in coppia con Yannick Mettler, che arriva all’ingresso della prima variante affiancata alle due McLaren di Chaves e Khodair e deve tagliare saltando su un dissuasore, riaccodandosi terzo. Al comando si porta proprio il poleman Chaves. Khodair rimane secondo.

Ottimo l’avvio della Ferrari di Daniele Di Amato, che da nona risale quinta alle spalle della Aston Martin di Charlie Eastwood che all’inizio del secondo giro arriva leggermente lunga alla prima esse, mantenendo comunque la quarta posizione. Nesov è nono e primo della classe Am, impegnato a tenere dietro la Ferrari di Stephane Ortelli.

Di Amato deve intanto difendersi dall’altra Mercedes di Christian Klien, che al quarto giro in fondo al rettilineo prova a passarlo ma finisce lungo e taglia la variante rimanendo dietro. Nesov risale settimo e si va a prendere anche Di Amato, attaccando pure Klein. Il giovane russo è scatenato. Di Amato rallenta vistosamente e viene passato anche dalle due Ferrari di Prette e Ortell e poi da Scholze e Hahn.

Il primo ha fermarsi per i pit-stop è Crestani, sempre terzo. Tra gli ultimi invece c’è Nesov, che lascia la sua vettura a Moiseev mentre si trova quarto. Dopo i cambi al comando rimane la vettura n.22 di Ramos. Secondo è Hahn. Terza la Ferrari di Abril. Mettler scivola ottavo A 15 minuti dalla fine Salih Yoluc si tocca in prima variante con Bar Baruch (punito poi con un drive through)  e finisce in testacoda. Entra in pista la safety car per due giri. Alla ripartenza Abril, che è risalito secondo, prova subito ad attaccare Ramos. Mettler si porta quinto. 

A sette minuti dalla fine Abril affianca all’esterno in parabolica Ramos. Tra le due vetture c’è un leggero contatto, ma le posizioni rimangono invariate. Abril non molla. Finisce leggermente largo alla seconda variante, rimane nella scia del portoghese, finta all’ingresso dell’Ascari, arriva a ruote bloccate alla prima esse. Ma Ramos è praticamente un muro. Poi, all’inizio del 30° giro, quando mancano 3’40″ alla fine, Abril lo affianca sempre alla prima variante, esce di qualche metro davanti, spinge leggermente il portoghese verso l’esterno e finalmente riesce a superarlo portandosi in testa ed allungando immediatamente. Ramos chiude secondo davanti a Hahn e Patryk Krupinski, che nelle soste ha preso il posto di Klien.

Mettler è buon quinto davanti alle altre due McLaren di Ollie Millroy e Joe Osborne. Liebhauser, ottavo, precede agevolmente Moiseev. Nel GT Cup Open secondo successo di Aldo Festante con la Porsche della Ombra Racing.

Share Button