Lamborghini Super Trofeo Europa
A Zandvoort tris di Gilardoni-Pulcini
Photo Credit: Lamborghini Media / Eros Maggi

A Zandvoort tris di Gilardoni-Pulcini

A Zandvoort terza vittoria e quarto podio di fila per Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini, che hanno consolidato la loro leadership nella classe Pro del Lamborghini Super Trofeo Europa. Il binomio dell’Oregon Team, che aveva già conquistato tre settimane prima una doppietta sul circuito francese del Paul Ricard, è ritornato al successo nella seconda delle due gare del weekend olandese che ha segnato il giro di bos della serie continentale. Tris di vittorie in Pro-Am anche per Karol Basz e Andrzej Lewandowski, che hanno potuto rafforzare con VS Racing la loro leadership di classe. In Am due su due di Ray Calvin; il canadese della Leipert Motorsport, dopo aver vinto Gara 1 ha concesso anche il bis prendendo tutto, incluso anche il comando nella classifica. Terza vittoria della stagione infine nella Lamborghini Cup anche per Hans Fabri, che sulla sua pista di casa è ritornato in testa alla categoria.

Al via di Gara 2 dalla pole Miloš Pavloivić è sfilato al comando senza problemi con la prima delle vetture del team Bonaldi Motorsport, mentre alle sue spalle si è portato Gilardoni, che è riuscito a guadagnare una posizione su Sebastian Balthasar. Al termine del primo giro Kikko Galbiati è rientrato ai box per scontare il drive through in seguito alla defezione del suo compagno di squadra Miguel Ramos, assieme al quale sabato si era imposto in Gara 1 nella classe Pro-Am. Maxime Oosten ha invece mantenuto il quarto posto, mentre Michael Dörrbecker è risalito quinto. Tra gli Am davanti a tutti si è confermato Gabriel Rindone, con Calvin sempre nella sua scia. Daniel Waszczinski si è portato al comando nella Lamborghini Cup.

Gilardoni è stato tra i primi a effettuare la sosta venendo rilevato da Pulcini, il quale è rientrato in pista sempre davanti a Noah Watt, salito a sua volta in macchina al posto di Balthasar. Quasi contemporaneamente è stato necessario l’intervento della safety car per l’uscita di pista di Dörrbecker, rimasto insabbiato. Ottima nel frattempo la rimonta del rientrante Danny Kroes, il quale da ultimo è risalito decimo prima di lasciare la vettura del team Bonaldi Motorsport al proprio compagno Daan Pijl, che al termine delle soste si è ritrovato quinto.

A poco più di 15 minuti dallo scadere del tempo si è ripartito con Pulcini al comando, Watt secondo e Petar Matić (subentrato a Pavlović) terzo ma sempre leader nella Pro-Am prima di iniziare a scivolare dietro. A prendere la leadership della classe è stato così Bronislav Formanek, ottavo assoluto, seguito da Galbiati, protagonista di un’eccellente rimonta ma in seguito fermato da un contatto con Basz. Il polacco si è portato poi in testa, mentre nella Am è passato a condurre Calvin. Pierre Feligioni, che ha preso il posto di Waszczinski, si è confermato primo nella Lamborghini Cup, ma ha dovuto poi scontare una penalità che ha dato definitivamente il via libera a Fabri. Stop per Donovan Privitelio, giratosi alla curva Tarzan.

Ma l’attenzione è tornata sui primi tre, con Watt che si è dovuto anche guardare da Glenn Van Berlo. Pulcini da parte sua è riuscito  a controllare al meglio la situazione ed ha tagliato il traguardo con oltre due secondi e mezzo sul danese, quest’ultimo sempre incalzato dall’olandese della Target Racing che in equipaggio col messicano Raúl Guzman ha concluso terzo. Dietro di loro Pijl ed il binomio del Novamarine – GSM Racing Team formato da Jonathan Cecotto e Kevin Rossel.

Ho spinto tanto fin dall’inizio, dopo una partenza caotica in cui sono riuscito però a conquistare una posizione. Poi siamo stati fortunati a non rimanere penalizzati dalla safety car – ha spiegato Gilardoni – Alla fine Leonardo ha fatto un ottimo lavoro, portando a casa questo successo che senz’altro ci dà la carica per affrontare con lo spirito giusto la prossima trasferta di Spa”.

Nel mio stint ho pensato soprattutto a mantenere un buon passo e a preservare le gomme – ha aggiunto Pulcini – La nostra vettura era perfetta e non è stato difficile mantenere il gap giusto spingendo un po’ di più negli ultimi tre giri. Questa vittoria ci voleva proprio, anche nell’ottica del campionato”.

Il prossimo appuntamento del Lamborghini Super Trofeo Europa si svolgerà sul circuito belga di Spa-Francorchamps nel fine settimana a cavallo tra luglio ed agosto, nello stesso weekend della 24 Ore riservata alle vetture GT.

 

LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPA
Gara 2. Zandvoort, 20 giugno 2021
1. Kevin Gilardoni – Leonardo Pulcini (Oregon Team) 28 giri 51:02.009 Pro
2. Sebastian Balthasar – Noah Watt (Leipert Motorsport) +2.565
3. Raúl Guzman – Glenn Van Berlo (Target Racing) +3.176
4. Danny Kroes – Daan Pijl (Bonaldi Motorsport) +6.879
5. Jonathann Cecotto – Kevin Rossel (GSM Racing) +7.352
6. Maxime Oosten – Milan Teekens (Bonaldi Motorsport) +9.361
7. Max Weering (Johan Kraan Motorsports) +15.077
8. Karol Basz – Andrzej Lewandowski (VS Racing) +32.532 Pro-Am
9. Bronislav Formanek – Josef Zaruba (Micanek Motorsport) +46.838
10. Oscar Lee – Dan Wells (Leipert Motorsport) +57.858
11. Ray Calvin (Leipert Motorsport) +59.171 Am
12. Gerard Watzinger (Leipert Motorsport) +1:21.053
13. Petar Matić – Miloš Pavlović (Bonaldi Motorsport) +1:31.763
14. Massimo Ciglia – Gullem Pujeu (Oregon Team) +1:32.373
15. Gabriel Rindone (Leipert Motorsport) +1:32.436
16. Claude-Yves Gosselin – Marc Rostan (Boutsen Ginion) +1:32.440
17. Hans Fabri (Imperiale Racing) +1 giro Lamborghini Cup
18. Pierre Feligioni – Daniel Waszkzinski (Boutsen Ginion) +1 giro
19. Oliver Freymuth (AKF Motorsport) +2 giri
20. Donovan Privitelio – Luciano Privitelio (Rexal FFF Racing Team) +2 giri
21. Kumar Prabakaran (VS Racing) +3 giri
22. Kikko Galbiati (Target Racing) +7 giri
Ritirati
Andrea Cola – Dmitry Gvazava (Target Racing) 15 giri
Michael Dörrbecker – Mattia Michelotto (VS Racing) 12 giri
Giro più veloce: Miloš Pavlović (Bonaldi Motorsport) 2 giro 1:36.978

Share Button