Lamborghini Super Trofeo Europa
A Vallelunga la World Final 2018

A Vallelunga la World Final 2018

L’autodromo di Vallelunga ospiterà il prossimo fine settimana (15-18 novembre) la sesta edizione della World Final Lamborghini ed il conclusivo appuntamento del Super Trofeo Europa, Nord America e Asia. Dopo essere stato nel 2013 la sede della prima edizione della finalissima riservata alle vetture di Sant’Agata Bolognese, il circuito romano si appresta a vedere in azione oltre 60 Huracán Super Trofeo Evo.

 

Tutti i titoli ancora da assegnare nel Lamborghini Super Trofeo Europa, che nei primi cinque doppi appuntamento ha fatto registrare una media di 44 vetture al via, con una punta di 48 equipaggi iscritti nel round inaugurale di Monza.

Soltanto dieci punti separano nella classe PRO i leader Karol Basz e Vito Postiglione da Giacomo Altoè, che anche in questa occasione si alternerà al volante di una Lambo del team Antonelli Motorsport con Daniel Zampieri, assieme al quale soltanto poche settimane fa si è laureato con la Lamborghini campione italiano Gran Turismo. Tre le vittorie conquistate fino ad ora da Altoè, una di queste (la prima di tutta la stagione) assieme all’olandese Job Van Uitert. Quattro i successi messi a segno dal duo della Imperiale Racing. Ormai escluso dai giochi per il campionato l’altro binomio del team Antonelli Motorsport composto da Joffrey De Narda e Kikko Galbiati, costantemente tra i protagonisti ma ancora mai sul gradino più alto del podio. Discorso simile per James Pull e Kelvin Snoeks (Bonaldi Motorsport), che sono però andati a segno nella tappa di Spa-Francorchamps, quando si sono divisi le vittorie con i loro compagni di squadra Fredrik Blomstedt e Patrick Kujala; così come per Felipe Ortiz e Tuomas Tujula (VS Racing), primi a Misano.

Sarà una sfida a quattro quella della PRO-AM, che vede davanti l’altro binomio del team Antonelli Motorsport formato da Juan Perez e Loris Spinelli, già campioni della serie nordamericana. Cinque vittorie di classe per loro, che hanno tuttavia soltanto nove punti in più nei confronti di Lorenzo Bontempelli e Emanuele Zonzini, primi a Misano con i colori dell’Iron Lynx. Terzi, a 18 lunghezze dai leader e con un massimo bottino di 32 punti ancora in palio, si trovano appaiati il giapponese della VS Racing, Takashi Kasi ed il binomio tutto scandinavo del team Target Racing formato dal campione PRO 2016 Dennis Lind e da Simon Larsson.

Più definita la situazione nella classe AM, che vede il polacco Andrej Lewandowski (VS Racing) guidare la classifica con sei vittorie, le ultime quattro conquistate consecutivamente. Secondo, ma a 24 punti, c’è l’equipaggio del team Dörr Motorsport formato dai tedeschi Manuel Lauck e Florian Scholze.

Volata a due infine nella Lamborghini Cup, con Gerard Van der Horst che cercherà di difendere per il terzo anno di fila il suo primato dal francese Joseph Collado, con la AGS Events finora quattro volte sul gradino più alto del podio, una in più rispetto all’olandese.

 

Grande sfida anche nella serie asiatica, che vede al via anche alcuni nomi importanti. Dopo i primi cinque appuntamenti, a guidare la classifica PRO sono Andrea Amici e Artur Janosz. Il binomio dell’FFF Racing Team by ACM ha al proprio attivo cinque vittorie, l’ultima conquistata nel più recente round di Shanghai che si è disputato a settembre. Tra i loro principali avversari, nel corso dell’intera stagione, si sono messi in evidenza i propri compagni di squadra Jack Bartholomew e James Pull. A questi, a partire dalla terza tappa di Suzuka, si sono aggiunti anche i campioni 2017 Kei Cozzolino e Afiq Yazid, i quali hanno messo a segno tre successi con il team Clazzio Racing. A fare bene nel corso della stagione è stato anche l’australiano Ben Gersekowski, anche lui al via con il team Leipert Motorsport, terzo in campionato e in due occasioni sul gradino più alto del podio.

Nella classe PRO-AM, Mikko Eskelinen e Juuso Puhakka (Leipert Motorsport) e l’equipaggio del team Gama Racing composto da Evan Chen e Akihiro Asai guidano la classifica a pari punti. Occhi puntati anche su Takeshi Matsumoto e Toshiyuki Ochiai, che hanno a loro volta messo a segno tre vittorie con il team Hojust Racing.

Quattro i successi che hanno consentito al tailandese Suttiluck Buncharoen (True Visions Motorsports) di confermarsi leader della classe AM.

Resa dei conti finale, per finire, nella Lamborghini Cup tra il duo dell’852 Challengers formato da Paul Wong e Clement Li, sette volte a segno nelle dieci gare disputate, ed il pilota della GDL Racing, Gabriele Murroni. Quest’ultimo ha conquistato tre vittorie e deve recuperare 22 punti.

 

Già assegnati, in occasione del penultimo appuntamento disputatosi a Laguna Seca, due dei quattro titoli in palio nel Lamborghini Super Trofeo Nord America che a Vallelunga definirà anche i campioni PRO e AM.

A presentarsi nelle vesti di leader della classe maggiore, saranno Corey Lewis e Madison Snow. L’equipaggio del team Change Racing-Lamborghini Charlotte, pur avendo conquistato solo due vittorie nel round inaugurale disputatosi sul circuito di Mid-Ohio, ha appena sette lunghezze di vantaggio nei confronti di Edoardo Piscopo e Taylor Proto (US RaceTronics-Lamborghini Beverly Hills), già campioni della classe PRO-AM lo scorso anno ed autori di quattro successi. Appaiato in seconda posizione a pari punti, c’è il binomio del Lamborghini Palm Beach composto da Brandon Gdovic e Shinya Michimi, i quali hanno messo a segno fino ad solamente un successo. Tre affermazioni per Trent Hindman ed il vicecampione in carica della serie europea Jonathan Cecotto (Wayne Taylor Racing-Lamborghini Paramus), ancora non esclusi dalla lotta finale.

Nella classe AM davanti a tutti c’è Ryan Hardwick. Il pilota del team Dream Racing Motorsport-Lamborghini Atlanta ha messo a segno quattro vittorie ed è salito sul podio nove volte su dieci, anche se al momento ha solamente sei punti in più rispetto al canadese Damon Ockey (US RaceTronics-Lamborghini Calgary). Ad nutrire ancora qualche speranza è anche Brian Thienes, due volte a segno nelle ultime quattro gare con un’altra vettura della US RaceTronics-Lamborghini Beverly Hills.

Tutto ormai deciso nella classe PRO-AM, che ha matematicamente incoronato la coppia formata da Juan Perez e Loris Spinelli (P1 Motorsports, Lamborghini Broward), già in otto occasioni sul gradino più alto del podio e reduci da cinque vittorie consecutive.

Assegnato anche il titolo della Lamborghini Cup, che è andato quest’anno all’equipaggio della US RaceTronics-Lamborghini La Jolla formato da Parris Mullins e Mark Proto (padre di Taylor).

 

Il programma entrerà nel vivo nella giornata di giovedì, quando si svolgeranno le prove libere e le qualifiche dei campionati Asia e Nord America (raggruppati in un’unica sessione) e quelle del Super Trofeo Europa. Venerdì le due gare delle serie asiatica e nordamericana prenderanno il via alle ore 9 e alle 13. Gara 1 e 2 delle classi AM e Lamborghini Cup della serie europea scatteranno rispettivamente alle ore 10.20 e 14.20; quelle della PRO e PRO-AM invece alle ore 11.40 e alle 15.40.

Sabato inizierà la sfida della World Final con il warm-up e le sessioni di qualifica. Gara 1 riservata alle classi AM e Lamborghini Cup scatterà alle ore 13.30, mentre quella delle classi PRO e PRO-AM alle ore 15.10. Gara 2 della AM e Lamborghini Cup prenderà il via domenica alle ore 10 e quella delle classi PRO e PRO-AM alle 14.25.

Tutte le gare (ciascuna della durata di 50 minuti) potranno essere seguite in diretta streaming sul sito internet squadracorse.lamborghini.com/live-streaming e sulla pagina Facebook di Lamborghini Squadra Corse www.facebook.com/LamborghiniSquadraCorse.

Share Button