Campionato Italiano Turismo TCR
A Misano vince Jurgen Schmarl

A Misano vince Jurgen Schmarl

Andrea Larini ha tagliato il traguardo in prima posizione ma ha subito 25 secondi di penalizzazione. E’ l’austriaco Jurgen Schmarl a festeggiare. Podio anche per Luigi Ferrara e Max Mugelli. Giuseppe Montalbano, invece, ha fatto il bis nel Trofeo Nazionale DSG davanti al leader Giovanni Altoè ed a Matteo Bergonzini.

Questi i dati salienti di Gara 2 a Misano nel terzo terzo doppio appuntamento del TCR Italy 2018.

È durato solo un giro il primo start di Gara 2. Pellegrini, Scalvini e Kralev sono stati i più efficaci al via lanciandosi in testa davanti a Greco, Schmarl, Ferrara e Nicoli, ottavo. Poi Mugelli, Bettera e Bergonzini, primo tra le DSG davanti a Montalbano e Tagliente. Ma le danze duravano solo pochi istanti: in due incidenti separati restavano ferme in traiettoria otto vetture.

Inizialmente le Audi di Bettera e Dionisio ed ancora Rodrigues e Thellung entravano in contatto ma nelle posizioni che chiudevano il gruppo Argenti, andava in testacoda, la Peugeot 308 di Bernazzani si è dovuta fermare e Nardilli non ha potuto  far nulla per evitarli finendo addirittura per capottarsi.

Poco dopo si è dovuto fermare ai box anche Gagliano. Tanti i danni alle vetture, ma nessuna conseguenza per i piloti che, tuttavia, non hanno potuto schierarsi al via della gara che è ripartita con nuova procedura sullo schieramento originario.

Il nuovo start, infatti, è stato effettuato dietro la safety car dove Kralev ha sorpreso Scalvini per il quarto posto, alle spalle di Larini, Pellegrini e Schmarl. Alle loro spalle Ferrara è riuscito a superare Greco ed attaccare Scalvini. Subito scintille perché il bresciano di BRC è finito in testacoda ed ha perso posizioni, Larini in testa, ha tenuto compatto il gruppo con Schmarl, Kralev, alle prese con Pellegrini, poi Ferrara quinto davanti a Mugelli, Greco ed il sorprendente Cappello alla sua seconda gara sulla Giulietta.

Per il terzo posto è stata lotta ai ferri corti con Pellegrini che provava di forza sull’Audi di Kralev che riusciva a riprendere alle spalle di Ferrara che nel frattempo saliva così al terzo posto.

Il bulgaro però accusava poco dopo i danni sulla vettura e doveva dare strada a Mugelli, Cappello, Nicoli e Montalbano, primo tra le DSG con il settimo posto assoluto. In testa alla gara Ferrara riesciva ad avere la meglio su Schmarl ed a portarsi alla caccia del battistrada Larini. Ma non finiva li: le emozioni continue si concretizzavano con la direzione gara infligge 25 secondi di penalizzazione a Larini per la procedura di partenza, Schmarl ha ripreso il secondo posto su Ferrara che nel frattempo si ritrovava in scia Mugelli. Alle loro spalle, invece, Cappello ed i primi tre di DSG Montlbano, Altoè e Bergonzini con Scalvini risalito decimo. Il finale è incandescente con Larini davanti a Schmarl, Ferrara, Mugelli e Nicoli davanti a Cappello che nel frattempo aveva dovuto cedere il quinto posto al romano di MM Motorsport.

Sotto la bandiera a scacchi Larini è davanti a tutti, ma la penalizzazione ha consegnato la vittoria a Schmarl, davanti a Ferrara, Mugelli, Nicoli e Cappello, mentre Montalbano, sesto assoluto, è primo di DSG davanti ad Alotè e Bergonzini. Nono assoluto ed autore del giro più veloce in una rimonta dall’ultima posizione in griglia, è Nicola Baldan davanti a Scalvini. A seguire Papi, Paolino, Margelli e Cappellari, 14esimo davanti a Larini, così 15esimo d’ufficio, Nespoli, Gros, Wimmeri, Greco, Benninger e Tagliente.

Risultati

  Driver Team Time Download Results
Race 1 Luigi Ferrara Alfa Romeo Giulietta / V-Action 28:00.647 / 16 laps »
Race 2 Jurgen Schmarl Honda Civic TCR / Target 22:19.788 / 11 laps »
Qualifying Luigi Ferrara Alfa Romeo Giulietta / V-Action 1:42.499 »
Free Practice 1 Luigi Ferrara Alfa Romeo Giulietta / V-Action 1:43.968 »
Free Practice 2 Luigi Ferrara Alfa Romeo Giulietta / V-Action 1:43.191 »
Share Button