3 Ore ECC
A Misano bis Bellarosa-Belotti
Photo Credit: Actualfoto

A Misano bis Bellarosa-Belotti

Due vittorie nei primi due appuntamenti per la Avelon Formula, che sul circuito di Misano si è imposta nella gara in notturna della 3 Ore Endurance Champions Cup con l’equipaggio composto da Ivan Bellarosa e Guglielmo Belotti. Dopo 105 giri la loro Wolf GB08 Tornado  ha preceduto di oltre 20 secondi la Mercedes-AMG di Stefano Pezzucchi e Marco Zanuttini (Krypton Motorsport), leader della GT, mentre ad un giro ha concluso la Ligier JS53 di Michele Esposito e Simone Patrinicola (Autosport Sorrento), secondi nella classe Bronze.

Al via Bellarosa ha difeso la pole conquistata nelle qualifiche, sfilando davanti a tutti alla prima curva anche se pressato da Pezzucchi, che era riuscito a sfilare la Norma di Filippo Cuneo, che scattava dalla seconda posizione della griglia. Lo stesso è poi finito lungo alla curva del Carro, scivolando ultimo con oltre 40 secondi di svantaggio.

Nel frattempo davanti Pezzucchi ha provato ad attaccare Bellarosa. Il più veloce in pista è stato però Marco Biffis, con la Norma LMp3 della Bi&Bi, che intorno al trentesimo minuto ha superato la Mercedes leader di classe GT e meno di dieci minuti dopo anche il battistrada.

Allo scoccare dell’ora le prime soste. La rottura di un ammortizzatore ha rallentato la Seat Leon TCR della RS+A di Marco Costamagna e Armando Donazzan che, nonostante la riparazione ai box, 20 minuti dopo è stata costretta al ritiro, comportando anche l’unico Full Course Yellow della gara. Non ne ha approfitta la vettura di testa, ultima ad effettuare la prima sosta obbligatoria in prossimità di metà gara.

Proprio questa strategia ha tuttavia deciso la gara, consentendo al duo della Avelon Formula di ampliare il vantaggio ed amministrarlo sul finire di gara quando è stato comunque Bellarosa a tornare al volante al posto di Belotti. A metà gara un problema elettrico ha imposto al team una sosta extra per il reset dell’impianto e quindi una tornata in più. A trarne vantaggio sono stati così l’equipaggio della Autosport Sorrento, estremamente costante, e quello della AF Corse con Simon e Peter Mann in equipaggio con Matteo Cressoni.

Nuovamente problemi di elettronica poco dopo i primi sessanta minuti di gara fanno invece tramontare definitivamente le velleità di assoluta per la Norma M20FC il trio della LP Racing Cuneo-Pirri-Magnoni.

Gli ultimi 40 minuti di gara, con Bellarosa di nuovo al volante sulla vettura di testa, si sono vissuti sulla sfida cronometrica fra il battistrada e Pezzucchi, ritornato al volante dopo il buon stint di Zanuttini, con quest’ultimo che è riuscito a dimezzare lo svantaggio fino ai venti secondi poi di distacco sotto la bandiera a scacchi. Con loro sul podio la Ligier della Autosport Sorrento. Hanno completato la “top 5” la Norma LMP3 della Bi&Bi e la Mercedes GT AMG dei campioni in carica della MDC Sports capaci a contenere il “forcing” finale di Cressoni al volante della Ferrari 458 GT3 della AF Corse.

Il prossimo appuntamento si svolgerà a Monza a fine giugno.

CLASSIFICHE

Share Button